RISING STARS P.ta 10


Rising Stars P.ta 10

La redazione di RoCkAnDwOw è lieta di presentare il programma promozionale radiofonico “RISING STARS”.
Il format è rivolto a tutti gli artisti e band, indipendenti o con etichetta, che desiderano far conoscere la propria musica sul web (e non solo). Rising Stars P.ta 10

Ogni puntata sarà disponibile su tutti i digital store (Rising Stars P.ta 10) come: Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, Amazon Music, Audible, Podbean App, Tuneln + Alexa, iHeartRadio, Player FM, Listen Notes, Samsung, con appuntamenti cadenzati mensili.

COSA ASCOLTEREMO

In questo Decimo episodio fanno ingresso nella rotazione Rock & Wow altri artisti molto interessanti:

Iniziamo con gli Hana Bi, che hanno inventato un genere tutto loro: lo Spleen Rock. Un sound che alterna momenti di quiete ad altri carichi di distorsioni e sonorità forti.

Poi passiamo ai Burning Vibes, una band dal sound heavy metal con influenze Prog, Glam e Trash. Travolgendo il pubblico con le loro chitarre potenti e le loro voci graffianti.

Continuiamo con i Dowhanash, una concept band di musica metal, dove il tema principale dei testi è la spiritualità derivata dalla “Conoscenza del Drago”.

Inoltre vi presentiamo anche le ultime novità di alcune band che abbiamo già avuto il piacere di ascoltare in precedenza qui a Rising Stars. Infatti si tratta di artisti che hanno saputo rinnovare il loro sound e offrire brani di grande qualità.

Ovviamente sto parlando degli Effetti Collaterali, che ci fanno saltare con il loro punk martellante. Questa band non ha paura di dire la sua sulle questioni sociali e politiche, con testi taglienti e ironici.


Continuiamo ancora con Forcy & Emiliano S, che propongono un brano strumentale che trasmette emozioni e sentimenti molto profondi. Praticamente questo duo ci dimostra che non servono le parole per comunicare, ma solo la musica.

Ovviamente non possono mancare gli Interludio, che con il loro nuovissimo singolo, si buttano nell’arena con il loro matador. Regalandoci, quindi, una canzone dal ritmo incalzante e dal testo coinvolgente, che parla di coraggio e sfida.

Inoltre un’altra band molto conosciuta e apprezzata qui a Rising Stars sono i Biovoid, che ci propongono sonorità dalle atmosfere sognanti. Infatti ci fa sognare con la loro musica eterea e delicata, che crea un contrasto con i testi spesso malinconici e riflessivi.

In ultimo ma non per importanza, gli immancabili Inner Skin, che propongono un sound molto maturo ed emozionante. Conquistando il pubblico, con la loro musica rock dal sapore classico, ma al tempo stesso moderno.


Concludendo non resta che metterci comodi, alzare il volume e ascoltare la nuova puntata di Rising Stars.

Tutte le recensioni del programma Rising Stars sono curate da Luca Di Criscio e da Nicola Morini.



LA PLAYLIST di Rising Stars P.ta 10

  1. Interludio – Matador
  2. Hana Bi – The Damned
  3. Forcy & Emiliano S – Escape
  4. Effetti Collaterali – Randagi (feat. Arianna Circus Punk)
  5. Dowhanash – No Way Out
  6. Burning Vibes – Young Lion
  7. Biovoid – Hypnagogia
  8. Inner Skin – Deep

LOCANDINA UFFICIALE

È tempo di uscire allo scoperto e far sentire al mondo la propria vena artistica: non fatevi sfuggire questa bella occasione!
Per saperne di più scriveteci a:
risingstars@rockandwow.it
Rising Stars P.ta 10
È tempo di uscire allo scoperto e far sentire al mondo la propria vena artistica: non fatevi sfuggire questa bella occasione!
Per saperne di più scriveteci a:
risingstars@rockandwow.it

Mail risingstars@rockandwow.it
Numero WhatsApp 366 6388087
Canale Telegram https://t.me/RoCkAnDwOW

SPECIALE INTERVISTE CARONDA


RISING STARS INTERVISTE SPECIAL GUEST: CARONDA


INTERVISTA: DIETRO LE QUINTE

Diciannovesimo appuntamento con Rising Stars Speciale Interviste (CARONDA), il salotto dedicato agli artisti e alle band indipendenti, curato da Arianna Rebel!

Gli ospiti di oggi, all’interno del nostro format, sono i CARONDA che ci propongono DOMANI TORNO.

Intervista condotta da Arianna Rebel, la quale si pone, come suo solito, in una versione frizzante e cordiale verso i protagonisti di oggi.
La Produzione è curata da Ark.

Info e iscrizioni su 

risingstars@rockandwow.it 

BIOGRAFIA

Il progetto Caronda è nato nel 2019 da Giulia Licciardello, voce (ex concorrente di XFactor) e Francesco Trimboli, chitarrista e compositore. Uniti dalla passione per il rock e il blues, creano musica con sonorità variegate e testi in italiano. La formazione include anche Sasha Santonocito alla batteria.

Nel 2023 hanno pubblicato il loro primo EP “Atto I”, contenente i brani “Domani torno”, “Watson”, “La Ribalta” e “Spaceman”.
“Domani torno” è stato apprezzato da Mogol, mentre “La Ribalta” ha superato i 23.000 streaming su Spotify.
Tra il 2022 e il 2023, hanno suonato in diverse città italiane durante il loro tour.


RECENSIONE
A cura di Nik Morini

La musica dei Caronda, intensa ed espressiva, ci porta nel mondo nostalgico dell’amore attraverso il loro brano “Domani Torno”. Questa canzone ci immerge nelle emozioni e nell’interiorità racchiuse nella sua potenza esplosiva, sia a livello musicale che testuale. Il brano è stato ascoltato e apprezzato anche da Mogol.

Lo stile dei Caronda è caratterizzato da una miscela di blues rock e pop rock indie alternativo, con un focus sulla chitarra di Francesco Trimboli, compositore e chitarrista del gruppo, e sulla batteria di Sasha Santonocito, che aggiunge un ritmo appropriato al sound della band. Tuttavia, l’elemento centrale è la voce della cantante e autrice Giulia Ricciardello. Dopo un’esperienza formativa ad XFactor, Giulia ha avviato questo progetto, mettendoci letteralmente anima e voce.

“Domani Torno” oscilla tra un sound leggero, quasi funk rock pulito e riflessivo nei versi, e un sound più sporco e agitato nei ritornelli. Quest’ultimo riflette il momento di crisi in una relazione d’amore descritta nel brano, un addio pieno di nostalgia. Il ritorno a casa della protagonista che soffre è ambiguo: la casa può rappresentare sia il ritorno alla normalità quotidiana, sia il rifugio dei ricordi d’amore.

INTERVISTA PER ROCKANDWOW

La redazione di Rockandwow ha ospitato, nel salottino virtuale dedicato agli artisti di Rising Stars, un’altra band degna di nota.

Ospiti indiscussi in questo speciale interviste, sono i Caronda, che ne hanno rilasciate ben due distinte: una audio e una scritta.

  • Come vi siete conosciuti e come avete scelto il nome della band?

    Il nome della band deriva dall’ubicazione del vecchio monolocale del chitarrista, prima sala prove e fucina di composizione, situato proprio in via Caronda a Catania. Abbiamo successivamente scoperto che Caronda fu un legislatore di Catania del VI sec. AC, e ciò riassume anche la nostra “Catanesitudine”. Infatti siamo molto legati alla nostra terra.

  • Cosa vi ispira a scrivere le vostre canzoni e quali sono i temi ricorrenti nei vostri testi?

    I nostri testi raccontano storie di uomini e donne innamorati di amori
    impossibili, consumati dalle loro passioni, alcuni deboli altri tenaci,
    semplicemente umani. Le tematiche mirano alla denuncia ma anche alla
    rivalsa dei protagonisti, che rispecchiano una società vasta, composta da tutte
    le persone senza distinzioni di etnia o genere, senza alcuno stereotipo.

  • Come descrivereste il vostro processo creativo e come collaborate tra di
    voi?

    La definiamo una catena di montaggio. Solitamente le parti armoniche, i riff e
    alcune melodie vengono proposte dal chitarrista Francesco. La struttura e
    l’organizzazione delle parti viene definita insieme al batterista Sasha e alla
    cantante Giulia che aggiunge infine la sua linea vocale con il testo. La
    bellezza di questo processo è data dalla completa collaborazione di tutti.

  • Quali sono i vostri progetti futuri e quali sono le vostre ambizioni
    artistiche?

    Sogniamo in grande ma rimanendo concentrati sugli obbiettivi a breve
    termine. Abbiamo appena pubblicato il nostro primo Ep e il nostro primo
    videoclip e siamo decisamente soddisfatti di questo. Dallo scorso anno
    abbiamo portato la nostra musica in giro per l’Italia, tra Milano e Bologna per
    citarne alcune, oltre la nostra Sicilia. Siamo appena tornati da un’esperienza
    ispiratrice a Sanremo e abbiamo in serbo tantissime altre date per il tour autunnale che non vediamo l’ora di affrontare. Inoltre vorremmo andare in sala registrazione entro fine anno!

  • Come vi tenete aggiornati sulle ultime tendenze musicali e come le
    incorporate nella vostra musica?

    Non ci piace generalmente seguire le tendenze musicali, perchè sono spesso
    momentanee e passeggere. Tuttavia ci teniamo a tenerci aggiornati sempre
    con nuova musica, specialmente indipendente e d’autore. All’interno del
    gruppo abbiamo influenze musicali differenti che convogliamo nel sound
    finale dei Caronda.

  • Quali sono state le maggiori sfide che avete affrontato come band e
    come le avete superate?

    Il covid è stata sicuramente la maggiore sfida. Avevamo iniziato da poco
    come band al completo a comporre musica insieme. La pandemia ci ha
    costretti a interrompere i live e a rallentare il processo creativo. Ma quando
    il peggio è passato, in realtà, il periodo tragico ci ha dato una fortissima carica
    e motivazione per ricominciare a creare musica e incidere i brani che oggi
    sono nell’EP. La passione per la musica e la dedizione al progetto ci hanno
    salvato.

  • Come vi siete conosciuti e come avete deciso di formare una band
    insieme?

    L’idea di comporre musica nasce da Francesco, il chitarrista, e Giulia, la
    cantante reduce da XFactor proprio a Catania, in via Caronda. Insieme, dal
    2018, hanno iniziato le prime sperimentazioni musicali, mettendo le basi per i
    primi brani. Ma il progetto finale si è delineato con l’ingresso del batterista
    Sasha, amico e collega di conservatorio di Francesco, che ha aggiunto il
    collante necessario tra i riff della chitarra e le melodie della voce.

  • Parlateci del nuovo album.

    La canzone “Domani Torno” fa parte del nostro EP d’esordio “Atto I” che
    racchiude il primo capitolo compositivo della band. L’album contiene brani
    che esprimono la nostra ecletticità infatti troviamo “Watson” che è la nostra
    operetta, un brano teatrale e recitato che riguarda un amore non corrisposto;
    “Spaceman” è un brano che tratta tematiche forti come quella del bullismo;
    “La ribalta” parla del sapersi mettere in gioco superando l’ansia sociale; ed
    infine “Domani Torno”, dalle sonorità più morbide, tratta la nostalgia di casa
    e di tempi passati.

DISCOGRAFIA