ABBA NUOVO LP E RITIRO

ABBA nuovo LP e ritiro? La band, dopo l'uscita di “Voyage” (5 Novembre 2021), l'album del ritorno discografico dopo quasi quaranta anni, si ritirerà definitivamente.
ABBA nuovo LP e ritiro? La band, dopo l’uscita di “Voyage” (5 Novembre 2021), l’album del ritorno discografico dopo quasi quaranta anni, si ritirerà definitivamente.

ROCK NEWS

ABBA NUOVO LP E RITIRO

Gli ABBA tornano sulle scene discografiche dopo quasi 40 anni. Lo fanno con l’uscita di “Voyage”, il 5 Novembre 2021, l’album che verrà accompagnato da un concerto totalmente digitale, e che molto probabilmente segnerà il ritiro definitivo della band svedese.

ASCOLTA IL NOSTRO RG ROCK

https://rockandwow.it/category/rock-news-podcast/


L’ALBUM E IL CONCERTO

Dopo ben 40 anni di silenzio, ecco tornare la storica band con un nuovo Disco. Benny Andersson ha dichiarato: “Non avevo mai detto a me stesso che gli ABBA non sarebbero mai più tornati. Ma ora posso dirvelo: è così. Ci siamo. Questo è, e questo deve essere.” Raccogliendo la totale approvazione del compagno di band Bjorn.

Dopo l’uscita dell’album i fan della formazione svedese potranno godersi l’esperienza del concerto ‘ABBA Voyage‘, a partire dal 27 maggio 2022, alla ABBA Arena, situata presso il Queen Elizabeth Olympic Park a Londra.

UN’ESIBIZIONE DEL TUTTO DIGITALE

Gli ABBA si esibiranno digitalmente come “Abbatars” con una band dal vivo di 10 elementi. Bjorn Ulvaeus ha sottolineato che questo genere di concerto sta a significare che il tour potrebbe andare avanti all’infinito poiché loro non sono tenuti a salire fisicamente sul palco. “Gli Abbatar non si stancano mai. Possono fare 10 spettacoli al giorno. Niente jet privati. Nessun rider. Nessuna preoccupazione per le voci“.

IL FUTURO DEGLI ABBA…

Per creare delle loro versioni digitali per il concerto gli ABBA hanno collaborato con un team di 850 persone della Industrial Light & Magic, società fondata da George Lucas. Sul loro futuro aveva espresso qualche dubbio Agnetha Faltskog principalmente a causa dell’età che ormai per loro ha superato quota settanta. “Non oso davvero dirlo… Siamo un po’ più anziani ora e abbiamo i nostri piccoli disturbi. Lottiamo. Ma non oso dirlo, perché è tutto un po’ incerto. Al momento siamo felici di averlo messo insieme, speriamo che tutto vada bene laggiù a Londra alla premiere“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.